Archivio della categoria: Paghe

CADIPROF: RINNOVATA L’ISCRIZIONE ALL’ANAGRAFE DEI FONDI

Con la conferma di rinnovo dell’iscrizione all’Anagrafe dei Fondi Sanitari Integrativi, pervenuta alla Cassa nei giorni scorsi da parte del Ministero della Salute, anche per il prossimo anno i contributi versate alla Cassa saranno deducibili. È quanto stabilito dall’Art. 51 del TUIR e dal DM 27/10/09, che garantiscono il beneficio fiscale a fronte del rispetto da parte dei fondi sanitari, nell’anno precedente al rinnovo, di una soglia minima di risorse da destinare a prestazioni odontoiatriche, per la non autosufficienza e per situazioni di inabilità temporanea.

STAGE EXTRACURRICULARI: indicazioni operative INL

the-intern-heroL’attività di vigilanza in materia di tirocini è finalizzata alla verifica della genuinità dei rapporti formativi. L’INL ha emanato la circolare n.8/18 per fornire indicazioni agli ispettori sulle modalità di verifica, verifica che dovrà valutare complessivamente le modalità di svolgimento del tirocinio in modo tale da poter ritenere l’attività del tirocinante effettivamente funzionale all’apprendimento e non piuttosto all’esercizio di una mera prestazione lavorativa.

BADANTI E COLF: Vitto e alloggio

l collaboratore convivente ha diritto a ricevere il vitto e l’alloggio oltre alla normale retribuzione.
Se il vitto e l’alloggio non vengono fruiti in natura lo stesso lavoratore ha diritto ad un’indennità sostitutiva. Quest’ultima va calcolata moltiplicando il valore della quota giornaliera, che viene fissato ogni anno, per il numero di giorni lavorativi.
Nel caso in cui il collaboratore goda del vitto ma non dell’alloggio, oppure il contrario, l’indennità sostitutiva sarà calcolato non sulla quota giornaliera intera ma solo sulla parte non goduta in natura.
Il contratto collaboratori domestici, poi, precisa che, nel caso di festività e ferie debba essere riconosciuta l’indennità di vitto e alloggio, sempre nel caso in cui non venga goduto  comunque in natura.

Dove incide la quota di vitto e alloggio?

– 13°: nel conteggio della tredicesima va inserita anche la quota di vitto e alloggio mensile (quota giornaliera per 26 giorni lavorativi medi);
– tfr: nella retribuzione utile a tfr, sulla quale si basa il calcolo del trattamento di fine rapporto, va inserita anche la quota mensile di vitto e alloggio;
– straodinari: nel calcolo dello straordinario va maggiorata la paga di fatto, dove per paga di fatto si intende la paga totale più la quota di vitto e alloggio.
– contributi: la retribuzione effettiva sulla quale poi si calcolano i contributi comprende la quota di 13° e la quota di vitto e alloggio.